lunedì 19 febbraio 2018

Dettagli su 'Vita & Virginia' con Gemma Arterton e Elizabeth Debicki


In un angolo tranquillo della periferia di Dublino, il Bloomsbury group sta portando l'arte alla vita. Dipinti e disegni sono disseminati in Baldonnell House, una delle numerose location irlandesi che ospita la produzione di un nuovo film sull'icona letteraria Virginia Woolf.

Vita & Virginia, diretto e co-scritto da Chanya Button (Burn Burn Burn), è incentrato sulla storia vera della relazione d'amore tra l'acclamata autrice (interpretata da Elizabeth Debicki) e la socialite / scrittrice Vita Sackville-West (Gemma Arterton), e come la relazione ispirasse il romanzo di Woolf, Orlando. Nel cast anche Isabella Rossellini e Rupert Penry-Jones.

Per Arterton, che è un produttrice esecutiva del film - basato sul dramma teatrale di Eileen Atkins del 1993 - la storia è una che ho a lungo aspirato a portare sullo schermo. "Eileen Atkins mi ha inviato una bozza molto anticipata, forse quattro o cinque anni fa. Ho finito per mostrare a Chanya la sceneggiatura in vacanza. "

Mentre molti racconti di Woolf si rivolgono ai suoi turbolenti anni successivi, questo film la mostra nella sua versione più vivace, secondo Arterton. "Ha scritto storie così vividi, piene di ispirazione, energia, creatività, umorismo e arguzia", ​​dice. "Non so se abbiamo visto quella parte, perché il fascino con lei è sempre la fine della sua vita, il che è triste, penso. La loro relazione durò fino alla morte di Vita. Sono state amanti per un breve periodo di tempo, ma erano grandi amiche. "

Questa è la seconda volta dell'attrice in un ruolo da produttrice. "Ho prodotto un film che non è ancora uscito intitolato The Escape", dice. "Il mio coinvolgimento arriva in modo più creativo: sceneggiatura, personale di scena, registi e attori. Ero molto coinvolta in questo, e varie bozze della sceneggiatura. Perché Chanya è una mia amica, sono stata molto collaborativa con lei in termini di stile visivo, ciò che abbiamo sentito di questa storia. "

Vita & Virginia è prodotto da Evangelo Kioussis per la Mirror Productions con sede a Londra e la Blinder Films di Katie Holly per l'Irlanda. Protagonist Pictures sta gestendo le vendite internazionali. I finanzieri sono Piccadilly Pictures, Sampsonic Media, Lipsync e Irish Film Board.

Kioussis ha iniziato a sviluppare la sceneggiatura a Mirror, i cui altri progetti recenti includono Crash Burn Love, con Atkins nel 2012, dopo averla incontrata attraverso una conoscenza reciproca e aver letto la sceneggiatura in prima bozza. E 'stato ispirato dallo spettacolo teatrale omonimo, che è stato messo in scena in una produzione acclamata a New York nel 1994 che ha visto Vanessa Redgrave come Vita e Atkins come Virginia.

Kioussis ha ingaggiato la regista olandese Sacha Polak (Hemel, Zurigo) nel 2014 e ha aggiunto Romola Garai nei panni della Virginia insieme ad Arterton nei panni di Vita. Si è quindi avvicinato alla Blinder di Holly, i cui film recenti comprendono Amore & Inganni di Whit Stillman e Grace Jones: Bloodlight And Bami di Sophie Fiennes, assumendola come produttrice all'inizio del 2016. Quando Polak è uscita dal progetto poco dopo, Kioussis ha incontrato Button attraverso Arterton. Button è venuta a bordo per co-scrivere la sceneggiatura finale con Atkins e dirigere il film. Eva Green è stata brevemente associata per sostituire Garai come Virginia, ma è stata costretta a ritirarsi a causa di un conflitto di programmazione; Debicki ha aderito al progetto per il film nell'autunno 2017 a Dublino.

Elizabeth Debicki e Gemma Arterton in "Vita & Virginia"

UN'IMMAGINE PIU' GRANDE

Le località di Dublino raddoppiano rispetto al Regno Unito nel film, anche se un giorno è stato girato in una location in Inghilterra a Knole House, nel Kent, che presenta nel romanzo Orlando. L'Irlanda ha partecipato per il Regno Unito in diverse produzioni recenti, tra cui Amore & Inganni. "Stiamo offrendo qualcosa che sembra molto più grande di quello che stiamo facendo," dice Holly.

"Un amico ha suggerito che l'Irlanda sia più georgiana di Londra, per quanto riguarda l'architettura," aggiunge Kioussis. "Era un posto in cui volevo davvero venire a fare il film. Abbiamo una tale varietà di luoghi e sono molto specifici del periodo e si basano su luoghi reali, quindi volevamo essere autentici e veritieri. "Aggiunge che l'approfondita conoscenza di Button di Woolf e del periodo è stata estremamente utile a questo proposito.

"Se possiamo farci affidamento per sapere qualcosa su Virginia Woolf, è come è morta", dice Button. "Per qualcuno che abbiamo storicamente associato alla fragilità, la storia che esploriamo in questo film è un momento di profonda forza."

"Il suo rapporto con Vita è la storia della sua connessione con il suo corpo, e la sua sessualità", aggiunge la regista, "ed è una sorta di sguardo alternativo a una relazione artista-musa. È la storia della creazione di Orlando, ma è anche la storia della Virginia che usa il suo profondo genio per superare un'esperienza che potremmo presumere, a prima vista, la travolgerebbe. Questo è ciò che mi interessa, l'opportunità di guardare questa scrittrice davvero iconica in un modo molto diverso".



Traduzione di Gemma Arterton Italia dell'articolo di ScreenDaily

Nessun commento:

Posta un commento